Napoli per parlare del mondo

Napoli per parlare del mondo “Uomini e donne delle forze dell’ordine sono quotidianamente impegnati in strada con attività di prevenzione e repressione ma anche nelle scuole con progetti di educazione alla legalità. Progetti che spesso vengono tenuti in piedi solo grazie alla passione di pochi colleghi appassionati che impegnano tempo... Continua »
maggio 13, 2016

Il taglio netto

Il taglio netto Un originalissimo romanzo di Vins Gallico – Final cut – racconta l’analfabetismo dei sentimenti di una generazione che ha paura di soffrire. Il taglio netto: nel nostro tempo è ciò a cui si aspira e si tende quando ci si trova di fronte a un eccesso di... Continua »
maggio 26, 2015

Chiambretti e il suo hotel burlesco

Chiambretti e il suo hotel burlesco Ogni tanto la televisione regala qualche suggestione. Piero Chiambretti accoglie i telespettatori nella hall del suo Grand Hotel che all’esterno è il Budapest del visionario film di Wes Anderson , ma che all’interno è diverso, meno fiabesco e più sgargiante.   Chiambretti e il... Continua »
aprile 14, 2015

Tra fare e creare c’è di mezzo l’ozio

Tra fare e creare c’è di mezzo l’ozio Il non fare nulla è la cosa più difficile del mondo. Lo diceva Oscar Wilde. L’ozio in filosofia, in letteratura e in poesia è l’esaltazione del tempo libero dell’uomo, è rigenerazione del pensiero, è prendersi il lusso di osservare la realtà e... Continua »
marzo 29, 2015

Una scrittura trans-mentale

Una scrittura trans-mentale   Questo post è inserito nella categoria “recensioni”, ma non si tratta di una recensione, perché El Horno di Bo Summer’s sfugge a tutte le regole e non si può (almeno io non posso) far altro che descrivere o tentare di descrivere le sollecitazioni che è capace... Continua »
marzo 25, 2015

La vera rivoluzione raccontata da Benigni

La vera rivoluzione raccontata da Benigni I dieci comandamenti non sono un’eredità per i credenti ma un insieme di valori universali che appartengono all’intera umanità. Se li rispettassimo attueremmo una rivoluzione sociale. La vera rivoluzione raccontata da Benigni è tutta racchiusa là, in quelle tavole di precetti: la rivoluzione è... Continua »
dicembre 17, 2014

La vecchiaia femminile senza veli

La vecchiaia femminile senza veli La maniacale perfezione con cui Aleah Chapin tratteggia ventri molli, pelli plissettate, rughe, solchi, cellulite non è un atto di crudeltà, piuttosto è il tentativo – riuscitissimo – di restituire una visibilità prepotente e in qualche maniera rivoluzionaria alle donne vecchie, solitamente invisibili La vecchiaia femminile... Continua »
novembre 30, 2014

Stoner è un’epifania

Stoner è un’epifania. Il romanzo di John Williams fu pubblicato nel 1965 e per ottenere considerazione e visibilità ha aspettato 40 anni nell’ombra. Difficile crederci: 40 anni! La New York review of books l’ha riproposto nel 2006 e da noi in Italia è arrivato, con Fazi editore, nel 2012. Un... Continua »
ottobre 28, 2014

Sabina Guzzanti è una outsider

Sabina Guzzanti è una outsider Sabina Guzzanti è una outsider. Non so se detesti i gruppi, le squadre, le corporazioni ma l’impressione che dà è questa: di essere libera e straniera. Il suo ultimo lavoro, La trattativa,  è un film importante che spiega con pazienza e con una certa profondità... Continua »
ottobre 6, 2014

Fight Club non s’intitolava così

Fight Club non s’intitolava così, Chuck Palahniuk aveva scelto di intitolarlo Fuck you perché voleva dare una lezione a tutti gli editori che precedentemente avevano rifiutato di pubblicargli Invisible monsters, un altro capolavoro in cui la ripetizione ossessiva della frase “vai a quando” che precede ogni episodio equivale alla ripetizione... Continua »
settembre 30, 2014

Quando l’Oscar sfiora un regista

Quando l’Oscar sfiora un regista lo consacra anche se non porta a casa la statuetta, ma non sempre i film premiati con un oscar sono davvero i più belli: succede talvolta che le preferenze vadano... Continua »

Solo 144 pagine

Solo 144 pagine sono bastate a Jean Paul Sartre per scrivere un’opera etico-filosofica che è un po’ il vangelo dell’esistenzialismo ateo, “L’esistenzialismo è un umanismo”. Sarebbe utile di tanto in tanto riscoprire questi testi anche... Continua »

Le mani sporche

Le mani sporche, il dramma scritto nel 1948 da Jean Paul Sartre, è interessante per la contrapposizione netta tra due diverse visioni della società e della politica che offrono spunti di riflessione ancora oggi molto... Continua »

Il nero e l’argento

Il nero e l’argento è il titolo dell’ultimo breve romanzo di Paolo Giordano pubblicato da Einaudi. Nel risvolto di copertina c’è la frase più bella del libro: “A lungo andare ogni amore ha bisogno di... Continua »

Il romanzo di Steve Tesich è un capolavoro

Il romanzo di Steve Tesich è un capolavoro, senza mezzi termini. Karoo è uno dei personaggi più intelligenti, corrosivi e illuminati che la letteratura contemporanea ci abbia regalato. Qualcuno lo ha paragonato al Barney di... Continua »

Un uomo senza qualità e senza colori

Un uomo senza qualità e senza colori è il protagonista del romanzo “L’incolore Tazaki Tsukuru” di Murakami Haruki, scrittore giapponese prolifico e molto amato in occidente e in Italia. La disinvoltura dello stile di Haruki rende... Continua »

Gomorra-la serie, troppo verismo storpia

Gomorra-la serie, troppo verismo storpia, ma storpia sul serio. La notizia risale al settembre 2013: Cattleya ha stipulato un contratto con la famiglia del boss Gallo per l’affitto della loro villa nel parco Penniniello di... Continua »

I Middlestein di Jami Attenberg

  I Middlestein di Jami Attenberg, Giuntina editore.      Quando incontra Richard Middlestein, Edie è una bella ragazza alta e robusta e sta dedicando gran parte delle sue energie al padre morente, ha già... Continua »

L’ho comprato per il titolo

L’ho comprato per il titolo. Appena ho cominciato a leggere “Svegliamoci pure, ma a un’ora decente“(Joshua Ferris, edito da Neri Pozza) ho pensato ecco, ho sbagliato libro, e l’ho pensato perché non amo i dentisti.... Continua »

Panopticon è un cazzotto in faccia

Panopticon è un cazzotto in faccia in forma di romanzo. Bella parola, Panopticon. Viene da lontano: in un giorno dell’anno 1791 un giurista filosofo, Jeremy Bentham, progettò l’edificio carcerario ideale, il Panopticon, appunto. L’etimo della... Continua »

Gomorra – la serie è finita

Gomorra – la serie è finita con una promessa: si torna il prossimo anno. Un buon lavoro, malgrado alcuni eccessi ed un paio di puntate poco indovinate. Mandarlo avanti, questo lavoro, potrebbe trasformare la criminalità organizzata... Continua »

Filippo Porcelli – Vacuum cleaner

Filippo Porcelli, oltre all’attività di docente universitario e all’Accademia di belle arti, è un regista e autore tv (Blob), consulente ed esperto dell’archivio Rai. Non è difficile scorgere nel suo libro il frutto di una... Continua »

Gomorra orfana di Gomorra

Gomorra orfana di Gomorra, questa è la sensazione che ho avuto da spettatrice. La prima parte di “Gomorra-la serie” per la regia di Sollima è stata molto ben accolta dalla critica e dagli spettatori televisivi.... Continua »

L’amore nel tempo della malattia

L’amore nel tempo della malattia   L’amore nel tempo della malattia e della vecchiaia è il tema che Michael Haneke esplora nel suo ultimo bellissimo film, “Amour”, del 2012. Un film autoriale pluripremiato, vincitore lo scorso anno di... Continua »

L’infanta randagia e la maga

L’infanta randagia e la maga Oscar Wilde diceva che un grande artista  “capisce per noi la vita, donandole una passeggera perfezione”.  E’ molto raro imbattersi in un libro che lascia il segno tanto da diventare... Continua »

Allacciare le cinture, il film

Allacciare le cinture, il film di Ozpetek, è la storia convenzionale di un amore non convenzionale tra una ragazza borghese e un ragazzo che viene dal mondo opposto, un pò villano, un pò razzista e... Continua »

Educazione siberiana

EDUCAZIONE SIBERIANA La storia che Nicolai Lilin racconta nel suo libro d’esordio merita rispetto e incute un certo timore, un pò  come la prima volta che si va a lezione di cinese oppure dall’ipnotista, ma... Continua »

Non è più come prima

  Non è più come prima Correre, cercare di soddisfare i desideri e cedere alle tentazioni, non stare lì a riflettere né mettersi in discussione ma semplicemente andare, perché niente è meglio della possibilità di... Continua »

Agota Kristof, parole come coltellate

Agota Kristof, parole come coltellate Chi non ha mai letto Agota Kristof ha perso molto. L’autrice ha scritto il suo libro più bello negli anni ’80, “Trilogia della città di K”, che ha suscitato scalpore... Continua »